PERCORSO://Liceo Artistico
Liceo Artistico 2018-02-25T15:32:54+00:00

Liceo Artistico

Il Liceo Artistico è situato presso la Palazzina Comando della Ex Caserma Piave in Piazza Cahen, ad Orvieto.

Attualmente fa parte dell’Istituto Superiore Istruzione Artistica Classica Professionale che ha preso forma dopo il dimensionamento attuato nel 2013-2014 secondo la Legge 111 del 15 Luglio del 2011.

Il Liceo Artistico nasce ad Orvieto nel 1970 come Istituto d’Arte, quale risposta educativa e professionale ad un’esigenza culturale particolarmente sentita in un territorio di tradizioni storico-artistiche di grande rilievo. Fino al 2009 la sua sede storica è stata l’importante palazzo rinascimentale, palazzo ”Sforza Monaldeschi della Cervara”, opera di Antonio da Sangallo e Raffaele da Montelupo.

Il 1° settembre 1997 l’Istituto Statale d’Arte e il Liceo classico F. A. Gualterio, situati in due prestigiosi palazzi rinascimentali nel cuore del centro storico, a pochi metri di distanza e vicini alle più importanti istituzioni culturali di Orvieto, sono stati aggregati sotto un’unica presidenza e hanno costituito l’Istituto di Istruzione Superiore Artistica e Classica.

IISACP - Liceo Artistico

Dal 2009, dopo il terremoto, il Liceo Artistico è stato costretto ad abbandonare l’antica e sede per problemi di sicurezza e trasferirsi in via provvisoria presso la Palazzina Comando presso l’ex Caserma Piave, grande e prestigiosa struttura. 

Nel 2013–2014 il Liceo Artistico viene aggregato agli istituti scolastici collocati nella cittadina di Orvieto e nel 2014-2015 ancora una volta cambia forma e dirigenza, ma continua a rappresentare, per l’intero comprensorio e per le regioni limitrofe, un importante punto di riferimento scolastico e professionale per l’attenzione posta al delicato equilibrio tra unitarietà e differenziazione specifico dei vari percorsi ma dando, altresì, risposta a bisogni di formazione ricchi e differenziatiArchitettura e AmbienteGrafica, Arti Figurative, Audiovisivo- Multimediale.

La continua collaborazione con Enti e Associazioni Territoriali Storici e Artistici sottolinea lo stretto rapporto che la scuola mantiene con l’arte e la cultura di Orvieto, arricchendo e coniugando i percorsi di ricerca e di rivalutazione del passato con il presente.

Il liceo artistico ad indirizzo arti figurative è indirizzato allo studio dei fenomeni estetici e alla pratica artistica:

Liceo Artistico: arti figurative

  • favorisce l’acquisizione dei metodi specifici della ricerca e della produzione artistica e la padronanza dei linguaggi e delle tecniche relative;
  • fornisce allo studente gli strumenti necessari per conoscere il patrimonio artistico nel suo contesto storico e culturale e per cogliere appieno la presenza e il valore nella società odierna;
  • guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze necessarie per dare espressione alla propria creatività e capacità progettuale nell’ambito delle arti;

Questo indirizzo è caratterizzato dalla presenza del laboratorio della figurazione che, nella nostra scuola, si articola in laboratorio della pittura e laboratorio della scultura. Il laboratorio ha lo scopo di far acquisire e sviluppare la padronanza dei linguaggi delle arti figurative.

L’indirizzo di architettura e ambiente, in continuità con l’esperienza già acquisita, utilizza una didattica che privilegia l’unitarietà della conoscenza, senza alcuna separazione tra “nozione ” e abilità, dove conoscere implica la scoperta di qualcosa che entra nell’orizzonte di senso della persona che “vede”, si “accorge”, “prova”, “verifica” per capire.

Liceo artistico: architettura ed ambiente

Le metodologie di progetto e le tecniche del disegno, tradizionali e informatizzate, sono i principali contenuti del corso. Attraverso un’introduzione agli strumenti propri dell’architettura, se ne considerano gli aspetti storici, estetici, distributivi e funzionali con l’intento di favorire una formazione critica e una disposizione a considerare l’attività progettuale come modo di pensare, flessibile e orientato all’invenzione.

Lo studente che seguirà questo indirizzo sarà in grado di conoscere e gestire, in maniera autonoma, i processi progettuali operativi inerenti all’Architettura individuando, sia nell’analisi che nella ideazione, gli aspetti estetici, concettuali, espressivi, comunicativi, funzionali e conservativi che caratterizzano la ricerca architettonica. Inoltre, sarà indotto a conoscere la realtà territoriale nei vari aspetti paesaggistici, insediativi, produttivi e culturali e acquisirà competenze per lo sviluppo di un progetto sia attraverso un linguaggio grafico manuale sia con l’ausilio della grafica digitale.

Il laboratorio di architettura ha la funzione di contribuire, in sinergia con le discipline progettuali architettura e ambiente, all’acquisizione e all’approfondimento delle tecniche e delle procedure specifiche. Inteso come fase di riflessione sollecitata da una operatività più diretta, il laboratorio rappresenta il momento di confronto, verifica o sperimentazione, in itinere e finale, del processo progettuale.

Di grande attualità è l’indirizzo Audiovisivo e Multimediale che mira a sviluppare e a saper gestire in maniera autonoma i processi progettuali e operativi inerenti il settore audiovisivo multimediale, con piena consapevolezza dei fondamenti storici e teorici del linguaggio artistico.

Liceo Artistico: audivisivo e multimediale

Gli studenti a conclusione del percorso saranno in grado di impiegare in modo appropriato le diverse tecniche e tecnologie, le strumentazioni fotografiche, video e multimediali più conosciute, con la piena consapevolezza dei fondamenti culturali, concettuali, storici-stilistici e tecnici. Si approfondiranno le procedure relative all’elaborazione del prodotto audiovisivo individuando il concetto, gli elementi espressivi e comunicativi, la funzione attraverso l’inquadratura (campi e piani, angoli di ripresa), del tempo, del movimento, dell’audio, del colore e della luce, coniugando esigenze estetiche ed espressive per la produzione di un prodotto spendibile di tipo culturale, sociale o pubblicitario.

Il Laboratorio Audiovisivo Multimediale ha la funzione determinante di contribuire all’acquisizione delle tecniche e delle procedure specifiche grazie alla presenza dei vari laboratori di cui è dotata la nostra scuola:

  • Lab. di ripresa fotografica (analogica e digitale), ripresa video-
  • Lab. di post-produzione fotoritocco (piattaforma MAC)-
  • Lab. di montaggio video EDIUS e PREMIER.

Prospettive occupazionali:

  • Progettista multimediale in studi di comunicazione visiva pubblicitaria, per la produzione di spot, videoclip, video aziendali, presentazioni istituzionali e documentari;
  • Professionista free-lance come filmaker o come animatore e illustratore multimediale per l’editoria digitale;
  • Tecnico della ripresa, del montaggio e del video compositing per tv, web, cinema;
  • Artista multimediale per videoinstallazioni teatrali, museali e per altri spettacoli di vario tipo( moda, fiere, sport, ecc..)

Nel percorso didattico dell’indirizzo di Grafica, tutte le discipline e le attività specifiche, sono finalizzate al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • comprendere i principi e le regole della percezione visiva;
  • individuare gli aspetti comunicativi, estetici, concettuali che caratterizzano la comunicazione visiva;
  • conoscere e gestire i processi progettuali e operativi sia nella grafica tradizionale che nella grafica digitale;
  • conoscere e utilizzare le diverse tecniche, tecnologie e strumentazioni più diffuse.

Liceo Artistico: grafica

Tutto questo viene acquisito senza trascurare i fondamenti culturali, sociali, commerciali e storico – stilistici che interagiscono nel processo creativo, nel rispetto della tradizione e sempre attenti alle ultime tecnologie.

Alla fine del percorso di studi, lo studente potrà utilizzare le competenze acquisite, a seconda delle proprie predisposizioni, inserendosi in facoltà universitarie o corsi professionali come: disegnatore, illustratore, grafico, fumettista, pubblicitario, web disegn ed altro.